Terapia Biorisonanza - AMS Antiageing - Dott. Storti -

“Ogni uomo vorrebbe vivere piu’ a lungo possibile,
ma nessuno vorrebbe mai ammalarsi”  Jonathan Swift
Vai ai contenuti

Menu principale:

TERAPIA BIORISONANZA
 
 

La terapia di Biorisonanza è un metodo terapeutico ed energetico che  sfrutta a scopo terapeutico le energie, o meglio le oscillazioni (biofrequenze) proprie del paziente.  I presupposti della terapia di Biorisonananza sono fondate sulle nozioni della biofisica e della meccanica quantistica, secondo le quali l’energia  è la base di tutto e la materia è energia concentrata.
Viene utilizzato l’apparecchio elettromedicale Bicom, che consente la valutazione bioelettrica e il riequilibrio dello stato energetico dell’organismo (secondo le metodiche EAV). E’ uno strumento bioelettronico  altamente sensibile,  che mediante la misura della resistenza elettrica della pelle, rileva le caratteristiche fisiche normali, reattive e regolatorie della cute in corrispondenza dei punti di agopuntura caratterizzati da  una conducibilità elettrica maggiore rispetto ai punti circostanti.
Come ogni essere in natura, Il corpo umano irradia diversi tipi di oscillazioni elettromagnetiche: tessuti ed organi hanno oscillazioni o frequenze  vibrazionali  proprie. Queste oscillazioni singole sono in contatto tra loro e,  nelle condizioni di equilibrio  si  influenzano reciprocamente armonizzandosi .
Le oscillazioni di un individuo sano sono strutturate in maniera differente da quelle di un individuo malato. Infatti, negli individui malati le oscillazioni o frequenze patologiche, correlate a disfunzioni organiche, causate per esempio da presenza  di sostanze estranee (quali metalli tossici, batteri, virus, allergeni, muffe ecc.),  vengono   memorizzate nelle cellule e, alla  stregua di un “rumore”,  disturbano il quadro oscillatorio.
Nella terapia di Biorisonanza, tali  oscillazioni elettromagnetiche di disturbo vengono captate attraverso degli elettrodi, posti su determinate zone del corpo, ed inviate all’apparecchio Bicom. Qui, le oscillazioni patologiche vengono trasformate, cioè “controinformate” divenendo esattamente il contrario  delle frequenze “ sbagliate disarmoniche” , e poi rimandate di nuovo al corpo del paziente sotto forma di oscillazioni “terapeutiche” che, elidendo il  “rumore”,  determinano  il risanamento dell’organismo.
Le frequenze terapeutiche vengono pure impiegate per “informare”  rimedi (acqua stabilizzata con alcool, olio, crema ecc.) che costituiscono una terapia bioelettronica  ultrapersonalizzata domiciliare per il paziente , rimedi  estremamente efficaci per riprogrammare in maniera stabile il messaggio bioenergetico terapeutico che riarmonizza il sistema. Alla stregua del suono emesso da  un corista per accordare uno strumento musicale.
La Biorisonanza è in grado di distinguere le onde “buone” da  quelle “tossiche”. Grazie ai trattamenti, si possono aumentare le onde buone e eliminare  quelle tossiche, aiutando il corpo a ripristinare il suo equilibrio.
Con l’apparecchio BICOM  è possibile procedere, dopo opportuno test di diagnosi, alla terapizzazione del carico tossinico effettuando una profonda disintossicazione cellulare.
Il trattamento di Biorisonanza conduce ad un sensibile rafforzamento dei meccanismi di difesa e di autoregolazione propri dell’organismo.
Le molteplici possibilità di applicazione dei trattamenti di Biorisonanza sono dovute al fatto che qualsiasi disturbo organico è creato delle oscillazioni elettromagnetiche alterate.
La Terapia di Biorisonanza, molto utilizzata in  Germania, in Svizzera ed in Austria,  e’ riconosciuta come pratica medica e sovvenzionata dalle mutue come approccio terapeutico complementare alla medicina ufficiale.
 
I trattamenti di Biorisonanza si rivelano particolarmente validi nei seguenti casi:
  • Allergie da contatto: nichel-oro-argento, detersivi, gomma arabica, tessuti e colori.
  • Allergie respiratorie: pollini, acari polvere, muffe, sinusiti, sinusiti fungine ed allergiche, bronchiti croniche ed asmatiche.
  • Carenze immunitarie.
  • Dolori reumatici e di diversa origine.
  • Nevralgie, dolori pre- e post-operatori, sindrome mestruale, terapia di sostegno per pazienti oncologici.
  • Stimolazione della cicatrizzazione in ferite di ogni tipo, anche successive ad interventi chirurgici.
  • Eliminazione di tossine batteriche.
  • Trattamento di micosi sia sistemiche che ad interesse cutaneo.
  • Patologie virali e batteriche.
  • Per gli ambulatori odontoiatrici: durante la fase pre- e post-operatoria; per il test dei materiali; per la misurazione delle correnti endo-orali.
  • Intossicazioni da amalgame e da metalli pesanti.
  • Intolleranze alimentari/disbiosi intestinali
  • Cefalee ed emicranie.
  • Gastriti, gastroenteriti, coliti, cistiti, vaginiti, uretriti, prostatiti.
  • Patologie dermatologiche: dermatiti eczematose, psoriasi, orticaria.
  • Problemi di peso e metabolismo.
  • Terapia anti-fumo.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu